01 feb 2013

La poetessa Michela Zanarella


Amo moltissimo questa poesia di Michela Zanarella, tratta dalla sua raccolta:

 Meditazioni al femminile



FANGO E RADICI


Affoghiamo le nostre miserie
con le lacrime.
Siamo spiriti di un secolo
che divora le memorie.
Giochiamo con il destino
come fosse una palla
da infilare nella rete.
Cerchiamo il giudizio
di Dio,
la Sua voce affascinante
per una rivelazione
di vita eterna.
L'amore è la pioggia
che non aspettiamo.
Accettiamo il dolore
e ci completiamo 
col sollievo di altri.
Ci vediamo acque 
di mari diversi,
figli di burrasca.
Ci incontriamo
nel petto della stessa terra,
fango e radici
per un nuovo germoglio.

Nessun commento:

Posta un commento