07 mar 2012

Una poesia di Anna Laura Cittadino


Amo moltissimo questa poesia di Anna Laura Cittadino e l'ho scelta oggi per aprire il mio blog. Non serve commentarla, è sufficiente leggerla...

Camminami  ancora accanto
           ( A mio padre)
Camminami ancora accanto
e spiegami perché il dolore
si assiepa all’improvviso
in un punto esatto del cuore
quando l’assenza tua
non si colma,
quando il ricordo
si frantuma in mille granelli di niente
che lasciano vuote le mani.
Spiegami cos’è l’inverno,
quando un freddo inconsolabile
imbavaglia le parole,
quando nessun caminetto acceso
riesce a scaldare
le stanze dell’anima.
Camminami ancora accanto
e  spiegami le meraviglie del vivere
e quanto coraggio ci vuole
per capire il senso compiuto
di un peregrinare
fra mille insidie;
fra un sorriso e cento dolori.
Camminami ancora accanto
e  lascia che io  abiti  in sogno
ancora una volta
i tuoi occhi;uno dei luoghi
più belli che la memoria  conserva,
ed io fermerò le giravolte della memoria
e le  lacrime che rigano il senso
di mille perché senza risposta alcuna.
 
               Anna Laura Cittadino

Nessun commento:

Posta un commento